GLI EFFETTI DEL “DECRETO TRASPARENZA SULLE COLLABORAZIONI SPORTIVE

Con il d.lgs. n. 104/2022 (decreto trasparenza), pubblicato in G.U. n. 176 del 29 luglio 2022, è stata data attuazione alla direttiva UE 2019/1152 volta a “migliorare le condizioni di lavoro promuovendo un’occupazione più trasparente e prevedibile, pur garantendo nel contempo l’adattabilità del mercato del lavoro”. Successivamente, con la circolare n. 4 del 10 agosto 2022 l’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha reso note le prime indicazioni di carattere interpretativo mentre il Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali con la Circolare n. 19 del 20 settembre 2022 fornisce indicazioni su taluni specifici profili degli obblighi informativi introdotti dal Decreto Trasparenza.

Il decreto trasparenza, entrato in vigore il 13/08/2022, apporta profonde modifiche al d.lgs 152/1997 ampliando le informazioni che devono essere fornite ai lavoratori (non più soltanto subordinati) da datori di lavoro e committenti.

Viene infatti riconosciuto in capo al lavoratore il diritto all’informazione sugli elementi essenziali del rapporto di lavoro e sulle condizioni di lavoro e la relativa tutela.

I lavoratori già in forza prima dell’entrata in vigore del decreto 104/2022 hanno la possibilità di richiedere per iscritto al datore di lavoro e al committente una integrazione delle informazioni di cui agli artt. 1, 1-bis, 2 e 3 del d.lgs. n. 152/1997, richiesta che dovrà essere riscontrata entro i successivi sessanta giorni, pena l’applicazione della sanzione di cui all’art. 19, comma 2, del d.lgs. n. 276/2003 da 250 a 1.500 euro per ogni lavoratore interessato.

PRIMA PARTE

Fonte: www.fiscoesport.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.