Easy Reading … una scelta sociale

Collegno Basket annuncia la sua collaborazione con Easy Reading il cui risultato di quasi un decennio di studi è stato quello di creare un carattere tipografico che supera le barriere di lettura anche per chi è dislessico.

Di seguito il Comunicato Stampa di Collegno Basket e Easy Reading

Collegno Basket e PalaCollegno adottano il font ad alta leggibilità EasyReading per le proprie comunicazioni istituzionali

Una scelta illuminata. Così si potrebbe riassumere la decisione del presidente di Collegno Basket Massimo Pianotti di adottare il font ad alta leggibilità EasyReading per le comunicazioni istituzionali della società sportiva e della struttura che la ospita, il PalaCollegno“Ci sembrava una scelta da fare” ha detto lo stesso presidente. Siamo una delle poche società non professionistiche ad avere un bilancio sociale” – che verrà presentato il 18 settembre – motivo per il quale la stessa società si era già mossa in direzione di tematiche come la disabilità, allestendo una squadra ad hoc, l’eliminazione di plastica, la violenza contro le donne e l’autismo, tema protagonista di un convegno ospitato nel PalaCollegno lo scorso anno

“Non possiamo che essere più felici” ha detto il designer del font EasyReading Federico Alfonsetti. Scelte come quella del presidente Pianotti confermano sempre più la bontà della nostra tesi, sulla quale ho iniziato a lavorare quattordici anni fa e che di anno in anno viene abbracciata da realtà sempre più eterogenee”. 

A fine aprile, un collaboratore di fiducia di Massimo Pianotti – il Direttore Generale Settore Basket, Luca Amerio – ha proposto di affrontare la tematica della dislessia

“Perché non adottare un font che, analogamente allo sport e il basket ne è un grande esempio, possa essere inclusivo?”. La domanda non ha risuonato per molti secondi nella mente del presidente, che ha subito contattato EasyReading, realtà di cui ne è venuto a conoscenza tramite una ricerca online. “Non ci siamo ispirati a nessun’altra squadra nella scelta e possiamo prevedere in futuro di riportarla anche sulle nostre divise, sui volantini di comunicazione e sull’annuario ufficiale”.

Tra sport e dislessia si riducono le barriere, nel segno dell’inclusività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.